All for Joomla All for Webmasters


ACCORDO ITALINEMO - S.ORSOLA:

IN COLLABORAZIONE CON:

SI RINGRAZIANO PER IL SOSTEGNO:

Marco Santoro, I Giunta a Madrid. Vicende e documenti

Biblioteca di «Paratesto», 9

Collana diretta da Marco Santoro

Pisa-Roma, Fabrizio Serra Editore, 2013, 298 p., 124 euro

All’interno del panorama tipografico-editoriale italiano rinascimentale non c’è dubbio che un ruolo di spicco sia stato rivestito dalla famiglia dei Giunta. In origine mercanti fiorentini, probabilmente attivi sul versante del commercio della lana e iscritti all’arte dei “medici e speziali”, dalla metà del xv secolo compresero le interessanti potenzialità di guadagno offerte dal comparto librario, vistosamente rinvigorito dalla recente, straordinaria invenzione della stampa. Già dalla fine del xv secolo la famiglia era riuscita ad avviare un’attività commerciale a Firenze e a Venezia, a cui presto si aggiunsero Lione, Burgos, Salamanca e altre piazze importanti dal punto di vista del commercio librario. Il volume che qui si presenta si occupa del ramo dei Giunta trasferitosi a Madrid e qui divenuto operativo dalla fine del Cinquecento fino alla metà del secolo successivo. Ed è su Giulio Giunta de’ Modesti e su Tommaso suo nipote che si incentra questo studio, basato sostanzialmente sulla documentazione rinvenuta presso l’Archivio Historico de Protocolos di Madrid: una ricca serie di documenti, che vengono qui pubblicati nella loro interezza, sulla storia e le varie vicende dei Giunta madrileni; documenti che possono essere utili anche e soprattutto per conoscere procedure, logiche, costumi del complesso microcosmo librario dell’epoca.