All for Joomla All for Webmasters


ACCORDO ITALINEMO - S.ORSOLA:

IN COLLABORAZIONE CON:

SI RINGRAZIANO PER IL SOSTEGNO:

Calendario eventi

<< Settembre 2018 >> 
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
       1  2
  3  4  5  6  7  8  9
10111213141516
17181920212223
24252627282930

ULTIMO AGGIORNAMENTO: 31/07/2018 ** SCHEDE AL 28/06/2018: 58.814** SCHEDE AL 31/07/2018: 59.138

ESPERIENZE LETTERARIE Fondata nel 1976 e diretta fino al 1989, anno della sua scomparsa, da Mario Santoro, «Esperienze Letterarie» è diretta, dal 1990, da Marco Santoro. Nel corso di questi anni alcuni fra i più autorevoli italianisti peninsulari e stranieri nonché giovani studiosi vi hanno arrecato il loro prezioso contributo, consentendo alla rivista di imporsi a livello internazionale come uno dei periodici più prestigiosi nell'ambito degli studi sulla civiltà e sulle lettere italiane, nel quale spregiudicatamente quanto costantemente è stata assecondata e stimolata, nel solco del non casuale titolo della testata, la vocazione a promuovere il confronto aperto, tanto più efficace quanto più impostato sul piano di proposte e approdi maturati in virtù di ottiche, tendenze, metodiche differenti eppure segnate (e legittimate) da un preciso comune denominatore: la probità scientifica.
Per garantire uno scambio sempre più serrato e puntuale di informazioni legate allo sviluppo degli studi di italianistica in Italia e all'estero, «Esperienze Letterarie» non soltanto si è avvalsa del fondamentale apporto di studiosi stranieri, primi tra tutti gli autorevoli componenti il Comitato redazionale estero, ma ha anche incentivato vistosamente le rubriche Rassegne, Recensioni, Schede e Spoglio delle riviste (con l'esame di circa quaranta periodici, molti dei quali pubblicati fuori dal nostro Paese).

Per contattare la redazione: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per maggiori informazioni: http://www.libraweb.net/

 


Vai allo Spoglio

ERMENEUTICA LETTERARIA La rivista intende proporre – in un momento della cultura critica non privo di ripiegamenti regressivi – un ambito teorico e applicativo del metodo ermeneutico sul versante letterario, al di là di paratìe precostituite e di delimitazioni temporali: rifacendosi ad una nozione complessa e composita di metodo, sottratto a formalizzazioni concettuali e motivato da un tempo di comprensione veritiera; dall'ascolto-amore che sa vedere l'alterità di un testo, di un mondo, di esseri viventi. Si tratta di seguire la via del recupero piuttosto che della innovazione; e una prassi sperimentale che evidenzi le implicazioni filosofiche della critica: per questo, l'ermeneutica letteraria può trovare la propria linfa nel retroterra intellettuale di alcuni critici del secolo scorso (Gadamer, Ricoeur), costituito da una vera filosofia (o da una vera scienza o da una vera arte) dell'interpretazione.

Per contattare la redazione: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per maggiori informazioni: http://www.libraweb.net/


Vai allo Spoglio

 

«Diacritica» è una rivista bimestrale ad accesso libero, fondata a Roma, nel dicembre 2014, dagli italianisti Maria Panetta e Matteo Maria Quintiliani, e diretta da Domenico Renato Antonio Panetta, che ha insegnato presso la Facoltà di Scienze Sociali (FASS) della Pontificia Università San Tommaso d‘Aquino in Roma (Angelicum). Il titolo del periodico s’ispira ai segni diacritici di ambito filologico e insieme allude a un ideale “attraversamento della critica”, ovvero a una modalità di analisi testuale che tenga conto di una molteplicità di approcci metodologici differenti, con aperture interdisciplinari e sguardi comparatistici.

La selezione dei saggi è affidata a un Comitato Scientifico composto da docenti universitari strutturati e studiosi abilitati (ASN), affiancato dal Comitato di Redazione e da referees anonimi, sempre di ambito accademico: in redazione è custodito l’Archivio delle schede di valutazione anonime di tutti i contributi ricevuti, redatte dai revisori secondo un modello prestabilito, che esamina il valore scientifico dei contenuti, la loro coerenza argomentativa e la forma nella quale sono presentati. Le Norme redazionali cui gli autori devono attenersi sono scaricabili dal sito www.diacritica.it.

I fascicoli ospitano contributi in italiano (e talora in altre lingue europee), corredati di abstract in inglese e distribuiti nelle seguenti sezioni: “Editoriale”, “Filologia” (questioni metodologiche ed edizioni critiche di testi, specie a partire dal Quattrocento), “Letture critiche” (problemi di critica letteraria, comparatistica, estetica etc.), “Storia dell’editoria” (case editrici, collane, figure di mediatori, trafile editoriali di opere letterarie e loro trasposizioni teatrali o cinematografiche), “Inediti e traduzione” (inediti, traduttologia e traduzioni italiane, di opere in altre lingue, allestite da esperti italiani e stranieri), “Recensioni” (di “Libri”, di “Film”, di “Eventi”), “Strumenti” (didattica, questioni metodologiche etc.; con le sottosezioni “Profili” e “Parole per il Terzo Millennio”).

Oltre che per l’attenzione al rigore metodologico, alla validità scientifica e alla qualità della scrittura dei saggi da ospitare, il periodico si distingue per la volontà di restituire alla recensione il suo valore di testo non solo informativo, ma anche valutativo-argomentativo, e per l’intento programmatico di contribuire alla valorizzazione del lavoro intellettuale.

La scelta del digitale risponde all’esigenza di favorire una più immediata circolazione delle idee, alimentando il confronto critico e il dibattito, e mirando alla creazione di una libera Comunità scientifica internazionale che possa dialogare agevolmente sul Web.

 

Per informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sito web: www.diacritica.it


Vai allo Spoglio


DANTE
L'idea di una rivista di studi danteschi nasce dalla consapevolezza della presenza sempre più viva e scandita di un'attività plurilingue dedicata a Dante. Tale attività si è andata sviluppando nel corso degli anni più recenti e merita non solo di essere delineata e descritta, ma di essere assorbita in un ipotizzabile dialogo tra le parti ristrutturato nel corpus della rivista in una zona privilegiata in cui gli articoli scritti in lingua diversa dall'italiano vengono rielaborati e discussi a beneficio dei lettori. Oltre alla presenza degli ambiti tradizionalmente riservati alla riflessione scientifico-accademica, come gli studi, le recensioni e l'aggiornamento bibliografico, la rivista intende offrire ad un più vasto pubblico di lettori note e riflessioni sulla dantologia contemporanea, in particolare sull'ampio mondo della traduzione.

Per contattare la redazione:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per maggiori informazioni: http://www.libraweb.net/


Vai allo Spoglio

CRITICA LETTERARIA. Rivista trimestrale di critica e letteratura italiana. La rivista pubblica anche articoli di filologia e linguistica italiana. In genere gli articoli sono scritti in lingua italiana, ma si accettano anche testi scritti in lingua inglese. La rivista si avvale di revisori anonimi.

Fondata nel 1973 da Pompeo Giannantonio, «Critica letteraria» era la continuazione di  «Filologia e letteratura», stampata dall’editore Loffredo e chiusa dopo la morte di Salvatore Battaglia, che ne era il direttore, mentre il Giannantonio ricopriva la carica di redattore unico. L’iniziale Comitato direttivo era costituito  anche da Gaetano Mariani, Giorgio Petrocchi, Michele Prisco ed Aldo Vallone. Il comitato scientifico negli anni si è accresciuto annoverando i più prestigiosi docenti di italianistica italiani e stranieri. La rivista conserva ancora la suddivisione delle 208 pagine di ogni fascicolo trimestrale in più sezioni: Saggi, Linguistica, Meridionalia, Contributi, Rassegne bibliografiche, Note, Recensioni. Nella sua vita, caratterizzata da una cronica puntualità, la rivista ha ospitato Miscellanee di studi dedicate a Giorgio Petrocchi, a Pompeo Giannantonio; ha pubblicato fascicoli doppi su specifici argomenti (Dante, Giovan Battista Giraldi Cinthio, etc.). Nel 2000 ha pubblicato a stampa l’Indice generale dei primi 25 anni di attività, ora reperibile sul sito on-line della rivista: www.criticaletteraria.net  La rivista ospita studiosi di italianistica, di linguistica e di filologia provenienti da ogni angolo del mondo, offrendo ai lettori la possibilità di verificare lo stato dei lavori delle varie discipline nelle diverse scuole universitarie. Un’attenzione particolare la rivista da un decennio dedica ai giovani ricercatori italiani e stranieri, ai quali è affidato il compito arduo di proseguire le strade tracciate dai Maestri con apertura verso il nuovo della critica mondiale.

«Critica letteraria» rispetta nella stampa tutti gli standard richiesti alle riviste internazionali; ha inoltre il proprio Codice etico ed annualmente pubblica nell’ultimo fascicolo il “referaggio” avvenuto sempre in forma anonima.

Per ogni altra informazione visionare il sito della rivista, continuamente aggiornato: www.criticaletteraria.net; qui è possibile fare anche la ricerca (per autori e soggetti) sui saggi apparsi dal 1973 ad oggi.


 

Vai allo Spoglio

Pagina 8 di 10